Come un topino … dentro al formaggio!

“Ho deciso di essere felice perché fa bene alla mia salute”:
Voltaire

Lasciamo da parte qualsiasi disquisizione sull’argomento felicità, ma vi è mai capitato di sentirvi come un topino che si trova al centro di uno spazio interamente circondato da diversi tipi di formaggio? A me sì.

Questa mattina ho deciso di dedicare un po’ di tempo a me stessa e alle mie passioni.
Di arginare i cattivi pensieri in un angolino, di pensare positivo e di accantonare, per qualche ora, i piccoli e grandi problemi del lavoro e della vita.

Così, non appena pronta, sono andata a visitare l’Hobby Show, il salone italiano della creatività, dove le appassionate di: decoupage, scrapbooking, stamping, rock painting, country painting, bijoux, punto croce, mezzo punto, macramè, merletto, uncinetto, cucito creativo, filet, patchwork e quilting, feltro, lana, piccoli lavori con il legno, shabby, pittura su tessuto, cake design, cooking design, miniature e altre svariate tecniche decorative, possono trovare idee e materiali per realizzare i propri progetti creativi.

E credetemi! Le sensazioni erano simili a quelle provate dal topolino di cui sopra.

Hobby Show è ormai giunto alla sua 30° edizione, al suo interno puoi girare tra diversi stand in cui aziende che operano nel settore della creatività manuale espongono i propri prodotti. In qualche caso ci sono anche esperti delle più svariate tecniche decorative che propongono brevi corsi o laboratori.

Insomma, un vero e proprio paese dei balocchi. Ovviamente, per chi adora il genere.

Non sapevo più da che parte guardare, ogni stand era uno spunto, molti degli articoli esposti solleticavano nuove idee, alcune delle quali, da me, totalmente inesplorate. La creatività, a mio parere, è ispirazione e qui non hai che da scegliere il progetto con cui misurarti.

Dal semplice braccialetto, alla coperta patchwork. Non cè nulla di più gratificante che realizzare qualcosa con le proprie mani. Certo, ci sono soggetti più portati di altri per le attività manuali, ma non è che si debbano necessariamente creare grandi e complessi capolavori.

Ognuno in base alle proprie capacità può realizzare qualcosa di semplice e donarlo a chi sicuramente è in grado di apprezzarlo. Provate! Sarà un dono di grande valore, oltre che … una soddisfazione immensa.

Così, ho suddiviso mentalmente il padiglione, inizialmente percorrendolo con metodo quasi scientifico e seguendo la mappa, e proseguendo poi, come “capita capita”, stimolata  da continui impulsi visivi che mi  distraevano dal percorso originale. Ho visitato quasi tutti gli stand e ho scelto tessuti bellissimi, fogli di ecopelle colorata, manici per borse con basi nella stessa tonalità, fettucce di tanti colori diversi e sgargianti. L’estate è alle porte e possiamo solo sbizzarrirci.   

Naturalmente non  ho tralasciato nessuno degli stand che proponevano componenti per bijoux, charms smaltati dai colori pastello e con soggetti particolari (non potevano manchare i gattini,) nè quelli che esponevano lane e bottoni in madreperla multi color, in legno e ricoperti di tessuto.

Insomma, ho girato come un topino assaggiando Parmigiano, Grana, Castelmagno, Bitto, Camembert, Emmental e ….  tra una degustazione e l’altra, a pancia piena, ho speso anche un sacco di soldi.

In Verità, i conti li devo ancora fare, così come tanti piccoli progetti che a breve prenderanno forma e che prossimamente popoleranno il mio blog.

se vuoi informazioni su Hobby Show – Milano 23-25 Marzo 2018
clicca qui

http://hobbyshow.it/

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *